Gul'dan

Il primo Stregone

Era destinato a essere il traditore di tutti gli Orchi. Ma i tempi cambiano. Ora Gul'dan è l'araldo della Legione Infuocata durante l'invasione di Azeroth.

Nato su Draenor, pianeta natale degli Orchi, Gul'dan divenne un reietto sin da giovane. Ossessionato dal potere, accettò di stringere un patto segreto con la Legione Infuocata, un temibile esercito proveniente da un luogo oltre le stelle. Bevve quindi il sangue demoniaco, cambiando per sempre il destino del suo popolo. Il sangue trasformò Gul'dan in un essere crudele, piegato e distorto dalle energie demoniache. Con i suoi aiutanti, fondò il famigerato Concilio dell'Ombra, tentando di corrompere i molti clan degli Orchi su Draenor per convincerli a unirsi alla Legione. Ma il suo piano fallì. Uno straniero proveniente da un altro tempo sventò il suo inganno e l'Orda di Ferro venne formata senza subire l'influenza demoniaca. Gul'dan venne marchiato come traditore e incatenato, costretto poi ad aiutare gli Orchi nella riapertura del Portale Oscuro.

Nel caos della guerra tra l'Orda di Ferro e i campioni di Azeroth, lo Stregone riuscì a fuggire, continuando poi a eseguire gli ordini dei demoni. Dopo la distruzione della roccaforte dei suoi padroni su Draenor, Gul'dan venne guidato alla Tomba di Sargeras, dove scatenò la potenza della Legione Infuocata su Azeroth.

Personaggi correlati
Contenuti correlati
Legione Infuocata

Perché combattere? Non potete far altro che morire.

Informazioni sul personaggio
Maschile
Sesso
Orco
Razza
Isole Disperse
Luogo
Contenuti in evidenza