Furia Infernale
Pubblicato nel giugno 2015 | World of Warcraft Patch 6.2
Lo Stregone Gul’dan ha convinto i leader dell'Orda di Ferro sopravvissuti, che continuavano a subire pesanti sconfitte per mano dei campioni di Azeroth, a mettersi al servizio della Legione Infuocata. I loro nuovi padroni li avrebbero aiutati a cambiare le sorti della guerra in corso, o per lo meno così speravano. Solo Grommash Malogrido rifiutò l'offerta, e così Gul’dan lo trasse in catene, sperando di rendere l'ex capoguerra un esempio per chiunque osasse sfidarlo. Gul'dan prese quindi il controllo della Cittadella del Fuoco Infernale, con l'intenzione di utilizzarla come testa di ponte per l'invasione di Draenor da parte della Legione. Dopodiché, lo Stregone evocò il suo padrone, il Signore dei Demoni Archimonde. Ma gli eroi di Azeroth cinsero d'assedio la Cittadella, attaccando da terra e dal mare. Con l'aiuto di Khadgar, Yrel, Durotan e del liberato Grommash, i campioni di Azeroth si fecero strada fra gli orrori demoniaci che infestavano la Cittadella del Fuoco Infernale. Dopo una battaglia talmente devastante da portare l'intero mondo di Draenor sull'orlo della distruzione, gli eroi riuscirono a sconfiggere Archimonde. Ma con il suo ultimo respiro, il Signore dei Demoni scagliò Gul'dan in un portale. Il suo patto con la Legione era lungi dall'essere portato a termine.
Contenuti correlati
Trailer